“Passare a ciò che non passa”

“Passare a ciò che non passa”

"Sprecata è soltanto la vita di quell’uomo che mai si rese conto, perché non ebbe mai, nel senso più profondo, l’impressione che esiste un Dio e che egli –proprio lui, il suo io – sta davanti a questo Dio". Non uscite da questo mondo come Pilato uscì dal Pretorio, con quella domanda in sospeso: «Cos’è la verità?» È troppo importante. Si tratta di sapere se abbiamo vissuto per qualcosa, oppure invano.
Data :16 Aprile 2022
La gioia o la croce?

La gioia o la croce?

La vita dell'uomo appare come un cammino verso la gioia, una sua lunga ricerca. E tuttavia non sapremmo rispondere con esattezza a chi ci chiede cos'è la gioia. In quell'estremo gesto di consegnarsi non è tracciato un vero e proprio cammino di felicità ma si intuisce un compito affidato e finalmente compiuto. La gioia si materializza in chi è raggiunto da un dono: nel pane dell'Ultima Cena come nello Spirito donato, ultimo respiro di un Corpo inchiodato alla croce.
Data :15 Aprile 2022
Il valore del servo

Il valore del servo

È col denaro che siamo soliti stabilire il valore alle cose ma c'è un prezzo da pagare che non ha mai cambiato valore tra le pagine della Scrittura: il dono di sè. Quell'ultimo «guai» sulle labbra di Gesù ha il sapore d'un dispiacere incredibile, l'amara scoperta che l'uomo possa nascere e conoscere così presto il male. E così si procedere per svelamenti graduali, con un rispetto che non accusa l'altro ma con la dolce forza della Parola quando illumina chi giace nelle tenebre.
Data :13 Aprile 2022
Di chi è la voce…

Di chi è la voce…

Nel cuore - e di lì a poco sulle labbra - aveva la Parola che fa verità. La verità che fa liberi. Lui libero di intraprendere gli ultimi passi del suo cammino. Noi liberi perfino di tradire o di rinnegare. Tradire ha a che fare col futuro. Rinnegare ha a che fare col passato.
Data :12 Aprile 2022
Quel profumo… essenziale!

Quel profumo… essenziale!

Dal cuore delle Scritture, con i suoi dettagliatissimi elenchi di spezie, aromi ed essenze, emana in tutte le pagine della Bibbia, il buon profumo di Cristo. A Giuda tocca di dire quelle parole che sono anche le nostre. Perché tutto questo spreco? La risposta è pura profezia, essenza della fede, un vera domanda al cuore dei credenti...
Data :11 Aprile 2022
Di rami d’ulivo, di fili d’erba e di ogni ogni albero in fiore

Di rami d’ulivo, di fili d’erba e di ogni ogni albero in fiore

A terra restano infiorescenze di colori pastello che sembrano coriandoli dopo il passaggio d'un carnevale. Un tappeto di petali al passaggio d'una sposa pronta per il suo sposo. Lui, cammina davanti a tutti. Ci precede, ci accompagna... come fa la grazia di Dio, senza imporsi, senza che ce ne rendiamo conto. Si procede piano a dorso di mulo. Forse il nostro stesso corpo. Tenerezza e testardaggine di puledri convivino in noi. Slegare è verbo che libera. E già questo è un segno. Il Signore ne ha bisogno: del puledro, ma anche di discepoli liberi.
Data :10 Aprile 2022
…custodendo il silenzio

…custodendo il silenzio

Con il senno di poi - col quale facciamo sempre molte cose - comprendiamo che questi insegnamenti per discepoli, furono anzitutto la vita stessa del Maestro. E perdendo il senno, tra urla concitate di una folla che grida unanime la condanna, la volontà di potenza fa sempre un gran rumore. Pilato era diviso tra questa folla che, all'esterno, urlava e quel silenzio dentro il pretorio, davanti a Gesù. Il silenzio che seguì la morte di Gesù giunge fino a noi ancora oggi. Il silenzio ci permette di ascoltare quella vita divina che si risveglia in noi. Usciamo di senno quando il rumore e le urla delle folle prendono il sopravvento. E ci inaridiamo. La sorgente interiore pare spenta, ma la resurrezione inizia da dentro.
Data :3 Aprile 2021
L’Amico che mantiene la Parola

L’Amico che mantiene la Parola

Oggi vorrei solo proporvi di leggere il racconto della passione secondo Giovanni, distribuendone l'ascolto nell'arco dell'intera giornata. Prendetevi il tempo e fermatevi, in questo giorno santo, interrompendo per brevi attimi ogni vostra attività per camminare silenziosi dietro a Gesù, in ascolto della sua Parola.
Data :2 Aprile 2021
Lavando i piedi, apriva il cammino

Lavando i piedi, apriva il cammino

Siamo pieni di retaggi e stereotipi religiosi e ancora fatichiamo a comprendere ciò che sempre dobbiamo imparare dal nostro Maestro e Signore. Si avvicinava la sua ora, l'ora della croce. Ma aveva già in quella sera i tratti del risorto, le sembianze di un misterioso viandante che si accosta a quei camminatori stanchi e smarriti.
Data :1 Aprile 2021
Noi, il luogo della Sua Pasqua

Noi, il luogo della Sua Pasqua

Le cene degli ultimi giorni della sua vita terrena furono particolarmente intense. A dire il vero, ogni volta che si stava a tavola con Lui c'era un'intensità di comunione tale che la misericordia la si gustava a bocconi. Tra la contrattazione del prezzo del tradimento e lo svelamento del traditore, l'evangelista Matteo, colloca un piccolo dialogo tra Gesù e i suoi discepoli, una piccola missione da compiere: andate in città da un tale. Cos'è dunque la Pasqua se non sapere che il Suo passaggio tra noi ci riguarda da vicino?
Data :31 Marzo 2021
Nostro fratello Giuda (don Primo Mazzolari, 1958)

Nostro fratello Giuda (don Primo Mazzolari, 1958)

Ogni anno, non appena nel racconto evangelico compare il nome di Giuda Iscariota, vado a rileggermi quest'omelia che don Primo Mazzolari tenne nel giovedì santo del 1958. Ve ne ripropongo alcuni passaggi.
Data :30 Marzo 2021
Quel profumo prodigo

Quel profumo prodigo

Un esperienza sensoriale stampa nella nostra memoria il ricordo di certi momenti, di certe persone. Il profumo del nardo, che ogni anno si spande in questo giorno, risveglia in noi il ricordo di quest'ultima Pasqua di Gesù e il desiderio di essere allo stesso modo generosi senza riserve, come quando per amore, non si bada a spese per fare il dono più bello, più grande a chi si ama. Quel giorno, nella casa di Betania, come spesso accade quando si sentono odori e aromi, il profumo di quel nardo sprigiona il ricordo intenso di altre parole della Scrittura che stanno per compiersi.
Data :29 Marzo 2021